Corsi creativi

Dreamdust

Via Giulia di Barolo, 11/G - 10124 Torino (TO)

Condividi con

RICHIEDI INFORMAZIONI AL FORNITORE

Leggi il codice di verifica
captcha
Inserisci il codice di verifica

Approfondimenti

Bambini e Mandarino: lingua cinese sì o lingua cinese no?

Perché imparare il cinese non significa solo studiare una lingua straniera! Il team di Dreamdust propone corsi di lingua cinese per i bambini, trasformando l’apprendimento in un’occasione di divertimento

In un’epoca in cui la globalizzazione è tutto sempre più famiglie si chiedono se effettivamente il cinese si imporrà come lingua del futuro.

Guardando oltre oceano risulta evidente che sempre più scuole materne stanno introducendo la lingua cinese come materia di studio fin dalla più tenera età. Come se non bastasse negli Stati Uniti stanno nascendo parecchie scuole in cui si parla cinese. Anche in Italia è in costante aumento il numero di ragazzi che sceglie di studiare il cinese, non solo all’Università ma anche al liceo. Ampliando gli orizzonti, aveva fatto grandissimo clamore il discorso in mandarino che Zuckerberg, già nel 2015, aveva tenuto alla Tsinghua University di Pechino.

Il cinese quindi è destinato ad essere la lingua del futuro? Probabilmente no, se per lingua del futuro intendiamo una lingua universale al pari dell’inglese. Probabilmente no, se per futuro intendiamo la generazione dei nostri figli. Probabilmente no, se intendiamo il cinese non solo come lingua ma anche come bagaglio culturale.
La lingua inglese è oggi la lingua globale come risultato di una serie di fattori storici, economici e culturali.
Probabilmente, forse a causa dell’abitudine o forse perché non ci sono particolari shock culturali, non abbiamo mai riflettuto abbastanza su quanto l’apprendimento di una lingua sia in realtà molto legato alla scoperta e all’accettazione di una cultura.

E allora la domanda sorge spontanea: è davvero importante imparare la lingua cinese? Sì. Almeno per sei ragioni.

  • Il cinese mandarino è la lingua più parlata al mondo, con il 14% della popolazione mondiale madrelingua (contro il 6% dell’inglese!)
  • Il cinese non è solo parlato in Cina, oggi riconosciuta come Potenza Economica Mondiale, ma anche in tanti Paesi con economie emergenti del sud est asiatico.
  • Per motivi culturali un cinese, e di conseguenza un’azienda cinese, apprezzano e favoriscono partner commerciali che capiscono la loro lingua. Non a caso a sempre più CEO viene chiesto di imparare il putonghua (ovvero il mandarino).
  • Studiare il cinese significa conoscere e accettare una cultura affascinante e molto diversa da quella occidentale. Significa avere la possibilità non solo di studiare una lingua ma anche di aprirsi mentalmente.
  • Imparando il cinese si interiorizza anche la grammatica della propria lingua madre perché questa viene stravolta per ritrovare il suo ordine naturale che veste perfettamente la tonalità del mandarino.
  • Chi parla cinese usa entrambi i lobi del cervello. Ebbene sì, ipoteticamente a causa della tonalità della lingua, il cervello utilizza sia il lobo temporale destro che il sinistro quando sente parlare cinese. Ciò non accade invece con le lingue non tonali per le quali al nostro cervello basta il lobo temporale sinistro per decodificarle.

Lingua Cinese e Bambini? Sì, si può fare. Scopriamo insieme il perché.

Da bambini le lingue si apprendono naturalmente e senza sforzo.
I bambini, ancor prima di saper parlare, sanno perfettamente distinguere una lingua dall’altra. Varie ricerche effettuate negli anni hanno effettivamente dimostrato che i bambini sotto i 10 anni riescono a riprodurre i suoni di una lingua straniera quasi al pari di un madre lingua oltre ad avere uno sviluppo celebrale differente rispetto a un bambino esposto solo alla lingua madre. Proprio per questo motivo il cinese per un bambino non è così difficile come può esserlo per un adulto. Imparare questa meravigliosa lingua è per il bambino un processo del tutto naturale.

Da bambini si ha il grande privilegio di conoscere solo il gioco come strumento educativo. È una grandissima fortuna quindi giochiamo con i nostri bambini per insegnare loro come vivere da adulti. Meglio imparare giocando che non imparare studiando, no? Il segreto è giocare con loro, rendere anche quest’esperienza di apprendimento una dolcissima occasione per fare qualcosa insieme e passare momenti spensierati e felici.

Da bambini non esistono barriere culturali, da bambini non esistono pregiudizi, non esiste il concetto negativo del diverso. Imparare la lingua cinese significa soprattutto scoprire la cultura cinese. Dare ai nostri figli la possibilità di scoprire, capire e interiorizzare una cultura millenaria, così lontana dalla nostra, affascinante e ricca di valori è un grande dono.

Probabilmente la lingua cinese non sarà riconosciuta come lingua globale al pari dell’inglese ma sicuramente sarà una lingua sempre più richiesta, studiata e importante soprattutto nei rapporti con i paesi asiatici.

Perché allora l’inglese sì e il cinese no? Let’s say together 我们想学习汉语!

Ti sei convinto? Scopri il corso di Cinese di Dreamdust!

A cura di Dreamdust

Entrare
a far parte del
mondo
Guidabimbi
è facile!

Sono un fornitore

VUOI PROMUOVERE LA TUA ATTIVITÀ?

Scopri come con Guidabimbi

Siamo una famiglia

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER