Consigli per famiglie

Redazione Guidabimbi

Condividi con

RICHIEDI INFORMAZIONI AL FORNITORE

    [anr_nocaptcha g-recaptcha-response]

    Approfondimenti

    Gita in Liguria: Grotte di Toirano e La Riviera delle Palme

    Cosa aspettarsi da un soggiorno per tutta la famiglia in uno dei luoghi più belli d'Italia

    Visitando le Grotte di Toirano è possibile fare un tuffo nella preistoria, vedere il più grande cimitero europeo di Orsi delle Caverne e soprattutto ammirare imponenti opere della natura. Le grotte sono cavità naturali di origine carsica, ricche di stalattiti e stalagmiti di varie forme, colonne alte fino a 8 metri e laghetti in cui vive il Niphargus, un crostaceo preistorico.

    Sono suddivise in due parti: la prima a cui si accede durante la visita guidata è la Grotta della Basura (della strega), la seconda è la Grotta Inferiore di Santa Lucia, nella quale si raggiunge il punto più profondo (circa 150 metri sotto la cima della montagna).

    E’ difficile descrivere lo stupore che si prova di fronte a queste sculture realizzate dall’acqua goccia dopo goccia nel corso dei millenni e sicuramente le immagini possono rendere meglio l’idea… Spesso si ha l’impressione di trovarsi di fronte a sculture di cera. Le stalattiti a drappo sembrano grandi foulard che svolazzano dal soffitto. Ovunque regna il silenzio. (Oltre alle voci ed ai passi dei turisti) si sentono solo le gocce che cadono. Nella Grotta della Basura sono presenti alcune tracce dell’Homo Sapiens di oltre 12.000 anni fa e anche tante tracce dell’Ursus Spelaeus di circa 25.000 anni fa.
    Nella parte finale della grotta c’è un’area dedicata ai laboratori per i bambini delle scolaresche.

    QUALCHE INFORMAZIONE PRATICA PER LA VISITA CON I BAMBINI

    La visita guidata dura circa un’ora (all’interno ovviamente non ci sono servizi, quindi bisogna organizzarsi coi bimbi prima di entrare!). Il percorso è semplice, interamente protetto e facilmente percorribile anche da parte dei piccoli: ci sono però molti scalini e il terreno è spesso bagnato e scivoloso, quindi è importante indossare scarpe adeguate e magari un kway. I neonati possono essere trasportati nello zainone portabebè: c’è solo un punto stretto che richiederà al genitore di abbassarsi un po’, ma per il resto il passaggio è agevole. Gli spazi all’interno delle grotte sono sempre abbastanza ampi da permettere di muoversi liberamente ma è meglio spiegare ai bambini che non bisogna toccare le rocce, altrimenti si rovinano. Ulteriori informazioni sono disponibili sul Blog www.bimbieviaggi.it nella sezione dedicata alla Liguria.

    Vicino a Toirano nella Riviera delle Palme i paesi da visitare sono diversi: si va dal mare alla montagna, dalle città d’arte ai borghi collinari: ce n’è per tutti i gusti, per grandi e piccini:

    Pietra Ligure per esempio è una località marittima, con un ampio lungomare, spiagge attrezzate (esiste qualche piccola area di spiaggia libera) e perfette anche per i bimbi più piccoli.  E’ anche il classico paese in cui è bello perdersi vagando per i caruggi, tipici vicoletti liguri, ammirando le casette colorate con i fiori alle finestre. Se si decide di dormire a Pietra il Family Hotel Capri propone soluzioni All-inclusive per le famiglie con una cucina molto curata dallo chef con particolare attenzione per i più piccoli e animazione serale anche in giardino.

    Finale Ligure è una delle mete imperdibili di questa zona perché racchiude al suo interno tutte le meraviglie che la Liguria può vantare: belle località marittime particolarmente suggestive e adatte ai bambini come Varigotti; Finalborgo, annoverato tra i borghi più belli d’Italia e l’altopiano delle Manie, un ambiente naturale dove è possibile fare bellissime passeggiate ed escursioni a piedi o in bicicletta per raggiungere Noli.

    A cura di Milena Marchioni e Luisa Pavesi

    Entrare
    a far parte del
    mondo
    Guidabimbi
    è facile!

    Sono un fornitore

    VUOI PROMUOVERE LA TUA ATTIVITÀ?

    Scopri come con Guidabimbi

    Siamo una famiglia

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER