Consigli per famiglie

Redazione Guidabimbi

Condividi con

RICHIEDI INFORMAZIONI AL FORNITORE

Leggi il codice di verifica
captcha
Inserisci il codice di verifica

Approfondimenti

Lenti a contatto per bambini: alternativa agli occhiali

Sull’opportunità di far utilizzare lenti a contatto anche ai bambini ci sono pareri discordanti. Consultare uno studio medico oculistico vi aiuterà a fare la scelta migliore per gli occhi dei vostri figli

Una vecchia scuola di pensiero ha teso a escludere per diversi decenni questa opportunità; le motivazioni consistevano prevalentemente nell’asserire che soggetti così piccoli non sarebbero in grado di prendersi cura di strumenti così delicati come le lenti a contatto, ne per quanto riguarda la loro manutenzione e pulizia, ne per quello che riguarda il controllo continuo sul loro giusto posizionamento.

Punti di vista per certi aspetti condivisibili che hanno condotto nel tempo molti genitori a preferire i classici occhiali alle lenti a contatto per correggere i piccoli o grandi difetti della vista dei minori. Ultimamente però i pareri degli esperti sembrano riportare opinioni diverse sull’argomento. Per tre ragioni: mediche, comportamentali e statistiche.

Le ragioni prettamente mediche nascono dal fatto che le lenti a contatto a differenza dei classici occhiali, consentono un visus privo di distorsioni. Essendo infatti posizionate direttamente sull’occhio permettono una piena visione binoculare che gli occhiali, essendo soggetti a spostamenti di varia natura indotti dal bambino, non sono in grado di offrire.

Le ragioni di ordine comportamentale prendono invece in analisi l’aspetto psicologico. Si è visto infatti che l’utilizzo di lenti in sostituzione degli occhiali aiuta a far aumentare l’autostima in soggetti così piccoli che tendono inevitabilmente a fare numerosi paragoni di carattere estetico con i propri coetanei. Le lenti, in quanto praticamente invisibili, non ne modificano l’aspetto e aiutano i più piccoli a farli sentire sicuri di se e uguali agli altri.

La terza ragione per cui oggi vale la pena provare le lenti a contatto anche sui più piccoli nasce da un‘analisi statistica ha dimostrato come in 9 casi su 10 anche soggetti sotto i 13 anni siano perfettamente in grado di prendersi cura delle lenti, attraverso una corretta pulizia quotidiana e seguendo tutte quelle regole di igiene indispensabili per il benessere all’occhio.

A cura di Susanna Giordani

Entrare
a far parte del
mondo
Guidabimbi
è facile!

Sono un fornitore

VUOI PROMUOVERE LA TUA ATTIVITÀ?

Scopri come con Guidabimbi

Siamo una famiglia

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER