Associazione onlus

U.I.L.D.M. Sezione di Torino

Via Cimabue, 2 - 10137 Torino (TO)

Condividi con

RICHIEDI INFORMAZIONI AL FORNITORE

Leggi il codice di verifica
captcha
Inserisci il codice di verifica

Approfondimenti

Gioca, bambino! Arrivano i barbari! Lettera di un papà

La lettera toccante del papà di un bimbo disabile al presunto vandalo che ha distrutto le giostrine del parco giochi accessibile sotto casa sua

Caro e senz’altro giovane vandalo, questa notte hai distrutto così, senza un motivo apparente, le giostrine del parco giochi accessibile sotto casa mia.

Questo minuscolo ritaglio di verde nel cuore della città rappresenta davvero uno spazio speciale, perché tutti i bimbi, compreso il mio che è disabile, vi possono (potevano) giocare, facendo spesso risuonare le loro grida cristalline tra i muri dei grigi palazzi circostanti. Ma tu, con poco sforzo, hai cercato di dare uno sbocco alle tue pulsioni negative, a chissà quali frustrazioni.

Forse ti stupirò: in fondo non ce l’ho con te per questa violenza senza senso, in quanto riesco ancora a vedere oltre il velo di rabbia scesomi sul viso e di conseguenza imputo buona parte della tua colpa a questa società (e quindi anche a me stesso) che non ti ha saputo educare e non ti ha suggerito gli stimoli adeguati per farti crescere.

Per fortuna però, l’affermarsi della cultura dell’inclusione sta moltiplicando il numero di questi parchi e la loro utilità è sotto gli occhi di tutti: l’altalena per le carrozzine, il trenino con lo scivolo, il basso cavallo a molla e il resto dell’attrezzatura adattata è servita a mio figlio, in carrozzina, a sentirsi alla pari con gli amichetti del quartiere. Oltretutto questa preziosa opportunità di divertimento continuerà a produrre i suoi benefici effetti anche quando diventerà un adulto equilibrato e, grazie pure ai momenti di svago trascorsi con i suoi coetanei, avrà la consapevolezza dell’esistenza e soprattutto della percorribilità di strade giuste per ottenere diritti peraltro sacrosanti.

Torniamo a noi. Questo pomeriggio, quando il mio cucciolo vedrà lo sfacelo che hai combinato, di sicuro piangerà accorato, ma con pazienza cercherò di dare una logica alla tua furia cieca, di spiegargli il tuo disagio e la tua carenza d’affetto, la tua infanzia trascorsa senza serenità. Poi, tenendolo per mano, cercherò di portarlo a perdonarti e a imparare la lezione, ogni lezione, che trasuda dalle inevitabili ferite inferte dalla vita.

Con un po’ di buona volontà il parco giochi verrà ricostruito, forse più bello di prima, e risulterà vano il tentativo di accanirti contro un sogno, una speranza, contro la tua stessa possibilità futura di vivere in un mondo più accogliente. Comunque, seppur con tanta fatica e snervanti pause, il progresso civile dell’uomo prosegue il suo cammino: l’accessibilità per tutti ne costituisce una limpida prova.

un Papà

Entrare
a far parte del
mondo
Guidabimbi
è facile!

Sono un fornitore

VUOI PROMUOVERE LA TUA ATTIVITÀ?

Scopri come con Guidabimbi

Siamo una famiglia

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER