Consigli per famiglie

Redazione Guidabimbi

Condividi con

RICHIEDI INFORMAZIONI AL FORNITORE

Leggi il codice di verifica
captcha
Inserisci il codice di verifica

Approfondimenti

Crisi da inizio anno scolastico? L’organizzazione può aiutare!

Mai come quest’anno il rientro a scuola è stato così pesante emotivamente. Sostenere i nostri figli con una buona organizzazione, in modo che si sentano rassicurati e non lasciati allo sbaraglio è il consiglio che ci suggerisce la Professional Organizer Marilina di Cataldo.

A scuola sì, a scuola no… Sembra il ritornello di una canzone, ma comunque sia, di presenza o a distanza, a scuola ci si deve andare! E non è facile soprattutto per i più piccoli che tra il Covid e le vacanze sono mancati dai banchi delle aule da circa 6 mesi.
Soprattutto i più piccoli hanno bisogno di un’attenzione particolare. Possiamo aiutarli? Eccome! Sosteniamoli con una buona organizzazione, in modo che si sentano rassicurati e non lasciati allo sbaraglio, qualsiasi cosa accada.

Prima di tutto è necessario riprendere immediatamente le buone abitudini del tempo scolastico: a letto ad un’ora fissa, dopo aver preparato lo zaino e il cambio. Sveglia 10 minuti prima della “dead-line” in modo da affrontare eventuali imprevisti (il calzino bucato, la mancanza del latte…) o da dedicare a un po’ di coccole che non guastano mai. Colazione imprescindibile, meglio tutti insieme, scambiando due chiacchiere prima di affrontare la giornata.

Gli impegni dei componenti della famiglia devono essere conosciuti da tutti, anche dai più piccoli, così da rendersi conto di cosa aspettarsi dopo la scuola – (ci sarà la mamma, il papà, la baby sitter? Si andrà a nuoto, a calcio, a scherma? (… speriamo!!) – e organizzarsi di conseguenza. Per questo è importante creare un “centro di comando” della famiglia. Basta un normale calendario dove è possibile scrivere di fianco al giorno: lì si inseriscono gli impegni di ciascuno così nessuno dimentica i suoi appuntamenti e tutti sanno cosa fanno gli altri. Semplice, ma molto efficace!

Infine è bene non dimenticarsi di organizzare gli spazi: avere un posto dove poter studiare è tanto fondamentale quanto banale. Ovviamente la cosa migliore sarebbe studiare su una scrivania nella proprio camera, ma si sa che i piccoli hanno bisogno della presenza di qualcuno e spesso ci si riduce a fare i compiti sul tavolo in cucina… Non è grave, ma allora il tavolo deve essere sgombro da qualsiasi altra cosa non siano libri e quaderni e anche qui le distrazioni devono essere ridotte al minimo. Finito lo studio tutto deve essere immediatamente portato nel posto giusto e non soltanto spostato di lato…

Sono piccoli accorgimenti, ma se vengono trascurati si fa in fretta a creare abitudini insane difficili da estirpare quando i piccoli saranno cresciuti.

Buon inizio e, soprattutto, buona continuazione!

Marilina Di Cataldo
Professional Organizer

www.marilinadicataldo.it

Entrare
a far parte del
mondo
Guidabimbi
è facile!

Sono un fornitore

VUOI PROMUOVERE LA TUA ATTIVITÀ?

Scopri come con Guidabimbi

Siamo una famiglia

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER