Consigli per famiglie

Redazione Guidabimbi

Condividi con

RICHIEDI INFORMAZIONI AL FORNITORE

Leggi il codice di verifica
captcha
Inserisci il codice di verifica

Approfondimenti

“Prima della terza” per superare le difficoltà scolastiche

L’associazione culturale Babelica nel quartiere San Donato a Torino propone “Prima della Terza”, un percorso di incontri fondati sul gioco educativo, dedicato ai bambini dai 5 agli 8 anni di sostegno allo studio per supportarli quando incontrano difficoltà nel loro iter scolastico

A Torino l’associazione culturale Babelica ha dato vita ad un innovativo progetto “Prima della terza”, ideato per aiutare i bambini che incontrano delle difficoltà scolastiche che possono evolvere verso disturbi dell’apprendimento. Avviato nel settembre 2018 sta proseguendo le sue attività gratuite di supporto ai bambini dai 5 agli 8 anni e alle loro famiglie, presso la circoscrizione 4 e 6 di Torino.

Il carattere innovativo del progetto è dato dall’utilizzo dei giochi come materiale didattico impiegato nelle attività di supporto alle difficoltà scolastiche dei bambini.

L’impiego dei giochi durante gli incontri

L’impiego dei giochi è un fattore facilitante, in quanto il giocare è per i bambini un’attività naturale di grande valenza sociale. Il gioco incuriosisce nelle sue forme e risponde al bisogno di scoperta e manipolazione.

Giocando i bambini sono concentrati nel capire il funzionamento del singolo gioco e attivano, a volte in modo non consapevole, molte funzioni cognitive e strategie per raggiungere lo scopo.

Il fatto stesso che l’attività del gioco non preveda giudizi legati alla prestazione ma sollecita una forte spinta emotiva verso la sua riuscita, permette ai bambini di intuire e provare molte strategie.

Ogni bambino, per comprendere il funzionamento del gioco, può decidere quanto tempo gli serve, può ripetere il gioco fino a dominarlo; nel giocare tutti i bambini dimostrano perseveranza e un atteggiamento di sfida con loro stessi che molto spesso non sono in grado di attivare verso le attività proposte dalla scuola.

 Le difficoltà scolastiche e le risposte dello sportello

Le maggiori difficoltà scolastiche si riscontrano a causa della pressione del tempo, che non permette di esplorare l’oggetto “conoscenza” né di attivare la condivisione di modi e strategie per scoprirlo.

Molto frequentemente il recupero degli insuccessi scolastici si basa su un’attenzione alle difficoltà di apprendimento e non sempre si insegna ai bambini come affrontare la difficoltà stessa o come prevenire l’errore.

Tendenzialmente ci si sofferma sulla sola prestazione del bambino e non sul processo, generando così una chiusura e una resistenza dei bambini verso il trattamento delle difficoltà.

Lo sportello si basa sulla considerazione che ogni gioco attivi nel bambino funzioni cognitive e strategie che possano essere trasferite nel curricolo scolastico. L’obiettivo è rendere i bambini consapevoli del proprio funzionamento cognitivo, sperimentare e modificare il proprio approccio provando strategie nuove, condividere e dominare il proprio comportamento, confrontare e trasferire le strategie nei compiti scolastici, ossia sperimentare il successo.

A favore dei genitori che vogliano utilizzare i giochi come strumento di acquisizione di competenze si è cercato di riassumere le fasi per approcciarsi ad un nuovo gioco per far si che l’attività diventi un momento di apprendimento:

  • analizzare la scatola del gioco per raccogliere le informazioni circa il suo contenuto, formulando insieme le ipotesi di gioco
  • evidenziare le strategie necessarie per affrontare il gioco inteso come risoluzione di un problema
  • utilizzare il linguaggio per apprendere nuove parole e potenziare il lessico per spiegare i vari passaggi del gioco
  • utilizzare un sistema di punteggio per far modo che il bambino si focalizzi sui passaggi dell’attività e non perda l’attenzione commettendo errori che possono far perdere punti acquisiti (ad esempio utilizzare dei gettoni)
  • giustificare con il linguaggio le scelte che si operano
  • fissare le strategie utilizzate scrivendole sul quaderno individuale
  • fare emergere come ciò che si è scoperto possa essere usato in ambito scolastico facendo esempi concreti (es. le strategie per riprodurre un modello e copiarlo alla lavagna)

Vuoi saperne di più sul progetto Prima della Terza? Ecco qui tutte le informazioni www.primadellaterza.it.
Vuoi iscrivere tuo figlio agli incontri? Scrivi a info@babelica.it o chiama il numero 338.4392037 (Tatjana).
Prima della terza è un progetto dell’associazione culturale Babelica.

Entrare
a far parte del
mondo
Guidabimbi
è facile!

Sono un fornitore

VUOI PROMUOVERE LA TUA ATTIVITÀ?

Scopri come con Guidabimbi

Siamo una famiglia

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER