Consigli per famiglie

Redazione Guidabimbi

Condividi con

RICHIEDI INFORMAZIONI AL FORNITORE

Leggi il codice di verifica
captcha
Inserisci il codice di verifica

Approfondimenti

In collina a Torino con i bambini: i 4 parchi più belli

Per godersi qualche ora di relax con la famiglia e allontanarsi dal caldo della città trascorrete un pomeriggio di divertimento e organizzate una gita coi bambini nei più bei parchi della collina di Torino

Arriva la bella stagione e insieme a lei arrivano le giornate calde e assolate. Per sfuggire alla calura potete scegliere di nascondervi in un luogo chiuso con aria condizionata oppure cercare un posto fresco e ombroso, che regali un po’ di rigenerante relax a grandi e soprattutto bambini.

Certo il mare o la montagna possono sembrare le destinazioni ideali, ma forse non tutti pensano che molto più vicino a noi, a pochi passi dal centro della città ci sono zone incantante.

Se non siete habitué, i parchi della collina di Torino vi sorprenderanno tra natura selvaggia e meravigliosi panorami, per una gita in famiglia davvero imperdibile. I rilievi collinari oltre a comporre la linea est dell’orizzonte della città sono un vero e proprio rifugio naturale per chi vuole allontanarsi dalle alte temperature delle aree metropolitane.

Vi raccontiamo quattro parchi alle porte di Torino, come spunto per le vostre gite con i bambini e per le fughe dalla città

Parco della Maddalena

Delimitato da strada Comunale da San Vito a Revigliasco, strada Val Salice, strada alla Vetta del Colle della Maddalena, è il più grande parco di Torino, non solo della collina. In totale 892 mila metri quadri, 55 mila in più della Pellerina.

È in realtà composto da due parchi: in alto si trova il Parco della Rimembranza che ospita la statua della Vittoria Alata, e la parte più in basso, il Parco delle Repubbliche Partigiane Piemontesi.

Un luogo che incanterà i bambini per la sensazione di libertà che regala la vegetazione, lasciata in molte aree naturale e quasi selvaggia, dove poter assaporare la storia dei nostri nonni, che magari ci accompagnano in una passeggiata della memoria, con racconti del passato.

Nel piazzale principale del Parco una vera e propria chicca: una tavola di orientamento in cui sono indicate tutte le montagne visibili dal punto panoramico. I bambini non si stancheranno facilmente di cercare di riconoscere la cima corrispondente nell’arco alpino davanti ai loro occhi.

Parco Europa

Un parco di 99.300 metri quadri, che si trova sul punto più alto di Cavoretto, spicca per bellezza naturale, con i suoi caratteristici prati in pendenza e panchine sotto gli alberi, rendendolo uno degli angoli più romantici della città.

La parte nord è rimasta in condizioni seminaturali mentre il resto del parco è poggiato su gradoni di pietra, percorsi da viali e vialetti, con nicchie di vegetazione mediterranea. Il parco contiene specie botaniche di grande interesse: oltre ai pini, platani e cipressi, anche una collezione di magnolie, biancospini monumentali, siepi di lauroceraso. Importante anche il giardino degli iris.

Nella parte più alta del parco c’è un’area giochi recintata per bambini molto ben attrezzata; anche qui si trovano panchine all’ombra, perfette per rilassarsi al fresco mentre i piccoli si divertono.

Prima di raggiungere i prati, perfetti per un picnic in famiglia, potete approfittare di una tappa al bar per una bibita e una coppa di gelato con vista sulla Mole Antonelliana.

Parco di Superga

Per i Torinesi, soprattutto i tifosi Granata, è un vero e proprio santuario dello sport, poiché è il luogo del ricordo del Grande Torino, la cui storia è tragicamente legata proprio alla collina di Superga, il 4 maggio 1949.
Sul retro della basilica, una grande lapide commemorativa ricorda i componenti della squadra e le altre vittime dell’incidente, e ogni anno è meta di pellegrinaggio di tifosi di tutte le squadre che rendono omaggio ai campioni, lasciando sciarpe, bandiere, nastri e raccontando alle nuove generazioni la grandezza di una squadra che ha fatto la storia del calcio.

Ma Superga è anche storia dell’arte e architettura: potrete approfittare della vostra gita in collina per visitare la Basilica salendo in cima alla cupola per ammirare un panorama suggestivo da un punto di vista davvero insolito.

Potrete raggiungere Superga attraverso un percorso che divertirà molto i bambini: la dentiera che da Sassi risale la collina, vi farà fare un viaggio nella natura a bordo di vetture elettriche dal fascino un po’ rétro.

Parco Giacomo Leopardi

È il parco collinare di Torino più vicino alla città, raggiungibile direttamente da Corso Moncalieri nei pressi di Ponte Isabella, ed è un luogo davvero sorprendente: è, infatti, un concentrato di storia della città nascosto nella bellezza della natura.

Sul piazzale antistante l’ingresso del parco e all’interno in corrispondenza del primo tornante, infatti, sono visibili i quattro ingressi murati dei rifugi antiaerei con la sigla P.A.A. (Protezione Anti Aerea). Gallerie sotterranee s’intersecano nel ventre della collina, formando una vera e propria rete di cunicoli, che in tempo di guerra nascondevano le persone dalla forza delle bombe.
Passeggiando nel parco potrete ammirare questi reperti del nostro passato, unendo a un rinfrancante tour tra gli alberi una vera e propria lezione di storia sul campo.

Anche al parco Leopardi c’è un’area attrezzata recintata con giochi per bambini nella quale si trova anche una zona coperta da una tettoia con tavoli dove ci si può comodamente sistemare per una merenda o un picnic.

Entrare
a far parte del
mondo
Guidabimbi
è facile!

Sono un fornitore

VUOI PROMUOVERE LA TUA ATTIVITÀ?

Scopri come con Guidabimbi

Siamo una famiglia

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER