Letture

Nonno Manlio

Condividi con

RICHIEDI INFORMAZIONI AL FORNITORE

Leggi il codice di verifica
captcha
Inserisci il codice di verifica

Approfondimenti

Episodio 2: nonna Nora e il pollo zucchino

Questa volta cosa ci racconterà il nostro Nonno Manlio? La platea del Teatro Paperotti è piena di nonni e bambini in attesa di scoprire quale cassettino della preziosa memoria del passato il nonno ha aperto per noi. Buona lettura!

Una sera nonno Manlio raccontò di nonna Nora.

Suo marito nella prima guerra mondiale, quella che durò dal 1915 al 1918, fu mandato a combattere ai confini dell’Austria.

Erano poveri e avevano due figli piccoli, Gualtiero di quattro anni e Fulvia di due. Gli unici soldi che aveva nonna Nora durante la guerra erano quelli che le mandava suo marito. Per spendere di meno era andata ad abitare in montagna, da certi suoi cugini di Rubiana, a 40 chilometri da Torino. Loro le avevano affittato una baita senza corrente elettrica né acqua, e in cambio lei li aiutava a mungere le mucche.

Una volta al mese andava a piedi da lassù fino a Torino per ritirare alla posta i soldi che suo marito le mandava dal fronte. 40 km all’andata e 40 al ritorno. Partiva all’alba e tornava per cena. Siccome non c’era nessuno a cui affidare Gualtiero e Fulvia, se li portava con sé. Poveri piccoli! Coi loro piedini si dovevano fare tutta quella strada! Anche se ogni tanto si fermavano a riposare, la sera erano stanchi morti, e da mangiare c’era sempre poco: un po’ di latte, un po’ di pane, qualche patata lessa…

Ma un giorno, mentre nonna Nora era sola in casa, entrò una bella gallina dei cugini. Còooo, còoo… Tanta era la fame che senza pensarci troppo nonna Nora la prese, le tirò il collo, la spiumò, la fece bollire e la disossò a pezzettini. Poi prese le piume e le ossa e andò nel bosco a sotterrarle.

La sera, così, poté dare ai bambini una cena un po’ più sostanziosa.
“Che buona questa cosa, mamma – dicevano Gualtiero e Fulvia – che cos’è?”
E lei: “zucchini”.
Loro non li avevano mai mangiati, gli zucchini, fino ad allora, quindi ci credettero. Ma i cugini, che erano poveri anche loro e contavano le galline ogni sera prima di chiuderle nel pollaio, si erano subito accorti che ne mancava una.
Sospettando di Nora, chiesero ai bambini: “Cosa avete mangiato ieri sera a cena?” E loro subito: “zucchini”.
Così i cugini pensarono che la gallina fosse stata mangiata da una volpe e lasciarono perdere.

Quella volta una piccola astuzia salvò tutti.

Entrare
a far parte del
mondo
Guidabimbi
è facile!

Sono un fornitore

VUOI PROMUOVERE LA TUA ATTIVITÀ?

Scopri come con Guidabimbi

Siamo una famiglia

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER